top of page
  • Immagine del redattore Umberto Lepore

Ligabue a San Siro: "ogni volta che mi ripropongo di cantare qui poi non vedo l'ora!" (05/07/2023).


Press: Parole & Dintorni


"Se non ve ne siete accorti, è San Siro! Il nostro tredicesimo San Siro!"

In coda ai primi tre brani della scaletta Liga abbraccia così i suoi ospiti, accorsi in 55 mila per una serata descritta da ben 26 storie.

Accompagnandosi con la chitarra Luciano apre da solo, suonando Sogni di rock and roll e venendo raggiunto a metà brano dal resto della band: un'eccellente formazione di forti rockettari pronti a far ruggire le chitarre ed esprimere un sound pieno ed energico.

Dal suo palco rettangolare, senza la classica passerella a penisola ma distibuito tutto sull'orizzontale, Luciano non ha tradito le aspettative e in questa prima tappa delle sue due estive del 2023 fa saltare per più di due ore la seconda scala di Milano, proponendole una setlist che attinge principalmente dal passato e racconta tutti i suoi grandi classici, da Piccola stella senza cielo a Balliamo sul mondo, da Happy hour a Il sale della terra.

La partecipazione dagli spalti, piena e corale, si è mostrata alla pari del carisma e della forza del protagonista della serata: un Liga in ottima forma, felice e sorridente, aggressivo e potente.

Insieme al singolo Riderai, giovane di pochi mesi, a dare uno tocco di novità al suo repertorio compare la nuova Così come sei, tratta dall'album Dedicato a noi (in uscita il 22 settembre) e sequel di Salviamoci la pelle, brano bello e ben apprezzato dai presenti.

L'immancabile Certe notti arriva a fine scaletta, accolta dall'entusiasmo generale e accompagnata dalla spinta di tutte le voci presenti che, per nulla provate dall'aver cantato praticamente tutto il concerto, si sfogano definitivamente esplodendo assieme al loro beniamino la fortissima Urlando contro il cielo sul finale dell'encore.

Il suo primo stadio fu proprio San Siro, 26 anni fa, e già allora riuscì a riempirlo con il suo forte muro sonoro: a distanza di 26 anni il rocker di Correggio non ha tradito le aspettative e ancora una volta ha fatto cantare e ballare tutti i suoi spettatori, perchè dei suoi 63 anni neanche ci si fa caso, il Liga è sempre il Liga!


Umberto Lepore

@thesound.ofbeauty

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

댓글


bottom of page