top of page
  • francescocaprini

AL TEATRO DAL VERME: LA PIANISTA LEONORA ARMELLINI E IL DIRETTORE D’ORCHESTRA ALESSANDRO BONATO


ph LA PIANISTA LEONORA ARMELLINI


Per la acclamata vincitrice del Concorso Chopin che debutta con i Pomeriggi Musicali il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 di Beethoven. In programma anche la Sinfonia da camera di Šostakovič


AL TEATRO DAL VERME DUE STRAORDINARI GIOVANI MUSICISTI ITALIANI: LA PIANISTA LEONORA ARMELLINI E IL DIRETTORE D’ORCHESTRA ALESSANDRO BONATO


giovedì 11 maggio – ore 20 concerto


Concerti senza dubbio da non perdere quelli in programma questa settimana per la 78a Stagione “Variazioni su un tema” dei Pomeriggi Musicali al Teatro Dal Verme. Giovedì 11 maggio (ore 10 e ore 20) e poi sabato 13 maggio (ore 17) debutta con l’orchestra milanese una delle pianiste italiane più acclamate di oggi, Leonora Armellini, già ospite delle maggiori istituzioni internazionali e conquistato il quinto premio al prestigioso Concorso Chopin 2021 (dove aveva ottenuto un riconoscimento anche nel 2010). Sul podio Alessandro Bonato che, nonostante la sua giovanissima età, è già tra i direttori più interessanti del panorama musicale, oltre che frequente ospite dei Pomeriggi Musicali (biglietti da 8 a 20 euro + prevendita).

Giovedì 11 maggio, dalle ore 18.45, Bonato e Armellini incontreranno e converseranno con gli Under30 che seguono la rassegna “Altri Pomeriggi”, un’attività nata per aprire sempre più il teatro e la programmazione dell’Orchestra: un ciclo di concerti e incontri con aperitivo, pensati e realizzati in esclusiva per i giovani di età inferiore ai 30 anni che, in questo caso, potranno avere una speciale guida all’ascolto. Il biglietto per partecipare ha un costo di 10 euro compreso l’aperitivo e il concerto.

In apertura di concerto Bonato dirigerà la celebre Sinfonia da camera op. 110a di Dmitrij Šostakovič nata come Quartetto d’archi op. 8 (e poi dall’autore stesso trascritto per orchestra d’archi) durante un viaggio nel luglio 1960 a Dresda; l’esperienza nella città tedesca, ancora fortemente segnata dalla guerra, turbò profondamente il compositore: fu spontaneo per lui tentare di esprimere il proprio stato emotivo tramite una composizione musicale. La natura della composizione è squisitamente intima e autobiografica, cupa e severa, malinconica, tetra ma anche carica di ironia e pervasa da una melodia rigeneratrice.

Nella seconda parte invece Leonora Armellini interpreterà il Concerto n. 1 in Do Maggiore op. 15 di Beethoven riportandoci alla stagione in cui il giovane compositore tedesco, ancora nel pieno possesso delle facoltà uditive, si esibiva come virtuoso del pianoforte. Una partitura monumentale come testimonia l’organico imponente e le oltre 100 battute dell’introduzione orchestrale. Lo sguardo è rivolto all'eredità lasciatagli dai suoi grandi “maestri”, Haydn e Mozart, ma il timbro è inconfondibilmente beethoveniano con passaggi colorati e impetuosi e armonie ardite e inattese.

Orchestra I Pomeriggi Musicali

Direttore Alessandro Bonato

Pianoforte Leonora Armellini

Dmitrij Šostakovič (1906 - 1975)

Sinfonia da camera op. 110a

Largo

Allegro molto

Allegretto

Largo

Largo

Ludwig van Beethoven (1770 - 1827)

Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in do maggiore op. 15

Allegro con brio

Largo

Rondò. Allegro scherzando

Leonora Armellini pianoforte

Giovanissima vincitrice del “Premio Janina Nawrocka” per la «straordinaria musicalità e la bellezza del suono» al Concorso Chopin di Varsavia del 2010, ha confermato le promesse vincendo il quinto premio nell’edizione del 2021 – prima donna italiana ad aver scalato le vette della competizione considerata come il vertice del pianismo mondiale. Nel 2005 vince all’unanimità il XXII Premio Venezia, riservato ai migliori diplomati dei Conservatori italiani, e prosegue la sua formazione con Sergio Perticaroli presso l’Accademia di Santa Cecilia di Roma, diplomandosi con lode all’età di diciassette anni e diventando così la più giovane laureata presso la prestigiosa istituzione. Ha tenuto concerti alla Carnegie Hall di New York, al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, alla Salle Cortot di Parigi, alla Filarmonica di Varsavia, alla La Fenice di Venezia, in seno al Progetto Martha Argerich di Lugano e in tutta Europa, Cina, Corea del Sud, Giappone. Insegna Pianoforte presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria. Vanta già un’estesa discografia dedicata alla musica di Chopin – suo autore d’elezione – oltre che di Brahms e Schumann nonché al repertorio cameristico. Insieme a Matte Rampin ha pubblicato il libro Mozart era un figo, Bach ancora di più (Salani). È stata invitata da radiotelevisioni italiane ed estere per trasmissioni di interviste e concerti fra i quali i “Concerti del Quirinale” e l’apparizione come ospite al Festival di Sanremo 2013.

Alessandro Bonato direttore

A soli 23 anni Alessandro Bonato si è imposto all’attenzione dell’ambiente musicale internazionale conquistando il terzo premio alla Malko International Competition di Copenhagen nel 2018. Nel marzo 2016 aveva già fatto il suo debutto professionale presso Royal Opera House of Muscat, in Oman, dirigendo Il flauto magico. Nel marzo ha diretto La cambiale di matrimonio a Pesaro per il 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini. Alessandro Bonato svolge un’intensa attività sinfonica: in Italia ha diretto la Filarmonica della Scala, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, la Filarmonica del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, I Pomeriggi Musicali, oltre alla Filarmonica Marchigiana. All’estero ha collaborato con la Danish National Symphony Orchestra e con la Royal Oman Symphony Orchestra. Nato a Verona, ha studiato violino e composizione. Incoraggiato a dedicarsi alla direzione d’orchestra da Vittorio Bresciani, a partire dal 2013 ha studiato con Pier Carlo Orizio, Umberto Benedetti Michelangeli e Donato Renzetti.

I concerti della 78a Stagione sono programmati come sempre il giovedì alle ore 20 e il sabato alle ore 17 al Teatro Dal Verme.

Teatro Dal Verme

via San Giovanni sul Muro, 2 - 20121, Milano

Tel. 02 87 905 – www.ipomeriggi.it

La biglietteria del Teatro Dal Verme è aperta da martedì a sabato ore 10:30 – 18:30

biglietteria@ipomeriggi.it / tel 02 87905 201

Vendita online www.ticketone.it

5 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page