top of page
  • Immagine del redattoreMariagiovanna Monzo

"CARLO GOLDONI 2.0" al Teatro Out Off

Dal 13 al 30 aprile 2023 "CARLO GOLDONI 2.0, MEMORIE E RIVOLUZIONE" di Carlo Goldoni. Un adattamento drammaturgico di BR Franchi, con Gaetano Callegaro, Daniele Gaggianesi, Stella Piccioni, con il musicista Luca Garlaschelli. Una coproduzione Teatro Out Off – MTM Manifatture Teatrali Milanesi.



INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Teatro OUT OFF via Mac Mahon 16, Milano

Orari spettacoli:

da martedì a sabato ore 19.30 - domenica ore 16.00


Prenotazioni e Informazioni

0234532140

biglietteriaoutoff@gmail.com

lunedì › venerdì ore 10.00 › 18.00


Ritiro biglietti

Uffici

via Principe Eugenio, 22

lunedì – venerdì ore 11.00 › 13.00


Botteghino

via Mac Mahon, 16

martedì – domenica 1 ora prima dello spettacolo


Trasporti pubblici: M5 FERMATA CENISIO; TRAM 14; TRAM 12; AUTOBUS 78


PREZZO

Intero: 20 euro

Under26: 14 euro

Over65: 10 euro

ABBONAMENTI

OutCard

50€ 4 ingressi a scelta per uno o più spettatori

J&S Card - Junior (under26) & Senior (over65)

45 € 6 spettacoli

Passepartout Promozione riservata ai residenti del Municipio 8; acquistando la tessera a 10 Euro ingresso a 6 Euro per tutti gli spettacoli in programma.



Teatro OUT OFF via Mac Mahon 16, Milano

uffici via Principe Eugenio 22

telefono 02 34532140

FB @teatrooutoff Instagram @teatrooutoff Linkedin @TeatroOutOff


Riparte col secondo progetto di collaborazione con il teatro Litta. L'obiettivo è quello di portare a conoscenza delle giovani generazioni gli autori più importanti della letteratura e della drammaturgia italiana utilizzando strumenti di comunicazione innovativi.


Questa volta è stato scelto un autore come Carlo Goldoni, la cui ricerca teatrale a tutti i livelli ha fatto conquistare alla commedia la dignità di un genere vero e proprio, rivoluzionando la precedente situazione italiana della “commedia dell’arte”. Con la sua “riforma”, Goldoni, pur avversato da molti oppositori, ha modificato completamente i codici dello spettacolo in Italia, dandogli dignità letteraria, fondata anche su una nuova attenzione alla realtà, ai personaggi, ai costumi, ai sentimenti, alla lingua, e anche a impliciti contenuti morali.

In un paese ancora privo di coesione politica, culturale e linguistica, Goldoni ha dato forma a una nuova lingua vivace, comprensibile ai più, aderente alla realtà e al parlato, espressione della borghesia che stava conquistando il potere economico e politico.


Per avvicinare in modo insolito questo grande autore del passato alle nuove generazioni si è pensato di far convergere due mondi apparentemente inconciliabili come il 700 e la tecnologia contemporanea, usata quotidianamente dai giovani. Questo è stato possibile soprattutto grazie a un drammaturgo venticinquenne, “nativo” sotto il profilo delle tecnologie informatiche, e con una spiccata propensione drammaturgica verso la “commedia”.

In particolare, per consentire alla sua fantasia di spaziare più liberamente, si sono presi in considerazione i Memoires scritti in francese da Goldoni in Francia negli ultimi anni della sua vita. Un’autobiografia appassionante, non pensata da Goldoni per il palcoscenico ma divulgata presso i lettori con l’intenzione di far conoscere la sua opera e il suo contributo di artista e scrittore totalmente dedito allo sviluppo dell'arte drammaturgica italiana.


Per fondere due periodi storici così lontani, BR Franchi ha ambientato in Francia il suo testo “Carlo Goldoni 2.0 Memorie e Rivoluzione”. Goldoni, caduto ormai in disgrazia nel paese in cui avrebbe dovuto conoscere il suo riscatto professionale, si trova in un ospizio, privato della pensione di poeta che gli era stata elargita dal re ma che il nuovo potere sorto dalla Rivoluzione Francese gli ha drasticamente revocato. In una Parigi dal nuovo assetto politico e sociale, Goldoni ormai vecchio, quasi cieco e in preda alla disperazione attraverso i propri ricordi e i fasti dei passati successi veneziani, cerca di trovare consolazione alla sua miseria materiale, affettiva e psicologica. Gli fanno visita il giovane nipote con la moglie, che intendono estorcergli il segreto della sua arte comica. Man mano che il racconto procede, la vicenda si tinge di segni inquietanti e atmosfere cupe, quasi virando nell’horror, fino alla sorprendente conclusione.

7 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page