top of page
  • Immagine del redattoreWalter Viberti

Al via venerdì 31 marzo da Parma “OCCHI LIVE”, il nuovo tour del cantautore campano MARTINO ADRIANI

MARTINO ADRIANI

AL VIA VENERDÌ 31 MARZO OCCHI LIVE

IL NUOVO TOUR DEL CANTAUTORE CAMPANO

Al via venerdì 31 marzo da Parma “OCCHI LIVE”, il nuovo tour di MARTINO ADRIANI, in cui il cantautore campano, accompagnato dalla violinista Giulia Chiapponi, presenterà dal vivo i brani contenuti nel suo album di inediti “Occhi”.

Il tour prevede uno spettacolo che alterna esibizioni acustiche a momenti di esibizione solitaria in elettrico. L'esperienza che si vuole offrire al pubblico è intima, autentica e verace, con un'atmosfera che incoraggia l'interazione tra l'artista e gli spettatori. L'obiettivo è di creare un'esperienza musicale coinvolgente e appagante per il pubblico, che possa apprezzare sia la delicatezza delle esibizioni acustiche che la potenza delle performance.

«Sarà un concerto molto snello, uno spettacolo unplugged chitarra e violino, intimo e verace, che però vedrà anche qualche “sterzata” elettrica in solitaria racconta Martino Adriani Sono felice che "Occhi" stia avendo dei buoni riscontri e ovviamente carico per questo nuovo giro che ci porterà in viaggio da nord a sud».

Tutte le date del tour sono a ingresso libero, eccetto quella del 12 aprile al Velvet di Roma (biglietti acquistabili direttamente sul luogo dell’evento).

Questi i prossimi appuntamenti di “Occhi Live”:

31 marzo – Donka – Parma;

6 aprile – Bard House Club – Calcata (VT);

7 aprile – Kestè – Napoli;

12 aprile – Velvet – Roma;

14 aprile – Indigo – Perugia;

21 aprile – Oride – Pietra Ligure (SV);

5 giugno – Circolo Aurora – Firenze.

Nell'album “Occhi”, Martino si è lasciato ispirare dalla forza e dall'energia di sguardi che lo hanno colpito: sguardi magnetici, intriganti, dolci, cupi e bugiardi. Sono presenti 11 tracce, ognuna delle quali si ispira agli occhi di diverse persone che hanno suscitato emozioni diverse nell'artista, tra cui commozione, innamoramento, ferite e tranquillità. La sensibilità pop di Adriani si fonde con sonorità psichedeliche e dissonanti, creando così un’atmosfera “cinematografica”.

«Il disco racconta di amori, di posti, di mostri e di occhi – afferma il cantautore – gli occhi di un viaggio che attraversa Mumbai e l'Inghilterra, attraversa l'Italia, da Napoli a Venezia, ma non scorda i paesi di provincia, quelli delle radici. Viaggio che si conclude in uno sguardo, quello della persona amata, la Venere che riesce a regalare quiete».

Martino Adriani definisce il suo genere “post-cantautorato”.

Buoni riscontri arrivano con “È in arrivo la tempesta” del 2019. Segue un tour di oltre cinquanta date, in formazione trio, sul territorio nazionale. Esegue il set di apertura per Lo Stato Sociale, Bugo, Giorgio Canali, Diaframma, Giorgio Poi e instaura un legame, consacrato da diverse collaborazioni, con Cristiano Godano, a cui fa da spalla tra il 2014/2015 in occasione di numerosi showcase, e con Lorenzo Kruger, regista del videoclip del singolo “Bottiglie di Chianti”.


1 visualizzazione0 commenti

Comentários


bottom of page