top of page
  • margotscurati

HUGHIE


L’attore e regista Roberto Trifirò torna sul palco del Teatro Out Off dal 13 febbraio al 03 marzo 2024 con lo spettacolo “Hughie” di Eugene O’Neill, drammaturgo statunitense insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1936.



Eugene O’Neill (New York 1888- Boston 1953) con Hughie (1941, pubblicato postumo e mai rappresentato in Italia) tornò all’atto unico, espressione drammaturgica in cui si era cimentato specialmente agli inizi della sua carriera teatrale.


La vicenda prende corpo attraverso il dialogo tra Charles Hughes, portiere di notte di uno squallido alberghetto nei pressi di Broadway, ed un giocatore d’azzardo, Erie Smith, squattrinato cliente fisso dell’albergo. Hughie, il terzo personaggio che dà il titolo all’opera, è morto e rivive ora nelle parole di Erie. Portiere prima dell’attuale, Hughie era l’ingenuo confidente delle smargiassate di Erie, e nella sua credulità dava a questi l’illusione di vivere e la forza per continuare a illudersi. È questo genere di confidenza che Erie cerca di stimolare nell’assonnato e distratto nuovo portiere, dapprima invano, ma alla fine con successo, quando anche l’altro scoprirà nel loquace cliente un analogo supporto ai propri sogni, alle proprie illusioni, fino al beffardo lieto fine. Morale della favola? “La vita ha un senso finché le illusioni resistono”.


mercoledì, venerdì e sabato ore 19.30

martedì e giovedì ore 20.30 – domenica ore 16.00

 

HUGHIE

di Eugene O’Neill

 

traduzione Roberto Trifirò

con Roberto Trifirò e Claudio Lobbia

regia Roberto Trifirò

scene, costumi e luci Gianni Carluccio

capo tecnico Luigi Chiaromonte

assistente alla regia Tommaso di Pietro

fotografo di scena Angelo Redaelli

 

Produzione Teatro Out Off 

 

spettacolo inserito nell’abbonamento Invito a Teatro

8 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page